header11.jpg
Home Famiglia Ignaziana MAGIS ong MAGIS ong - Newsletter 4/2010

I più letti

Ultime notizie

MAGIS ong - Newsletter 4/2010

 Magis News
Numero 4/2010

   UN GESTO CHE A TE NON COSTA NULLA MA CHE PER NOI VALE TANTO

 

DONA AL MAGIS IL TUO 5X1000

Si avvicinano le scadenze per la dichiarazione dei redditi: anche quest’anno puoi scegliere di utilizzare una parte delle imposte dovute allo Stato a sostegno delle attività del Magis.

Destinando la quota del 5X1000 al Magis, contribuirai a sostenere i nostri progetti.

 

Nella prossima dichiarazione dei redditi barra la casella volontariato ed indica il codice fiscale del Magis (97072360155) non dimenticando di apporre la tua firma. Grazie di cuore.

FOCUS - Burkina Faso, missione di Padre Libralato con una delegazione di “Amici per…”

 

 

I timbri sul passaporto non si contano più, così come le emozioni che regala ogni viaggio in Burkina Faso. L’ultimo padre Umberto Libralato, vice presidente del Magis, lo ha fatto qualche settimana fa insieme a una delegazione dell’Associazione di Tolentino (MC) “Amici per..” che da alcuni anni sostiene i progetti della Fondazione dei Gesuiti.

«Ogni viaggio è in sé una scoperta, ma andare con il Magis in Burkina Faso significa scoprire l'Africa e la sua gente, la popolazione di un continente cui si tende una mano, perché cresca nello sviluppo, ma soprattutto nella responsabilità della propria vita», confessa a MagisNews Fabiola Caporalini di “Amici per…”.  «La vita, come la terra, in Africa è amara, ma nasconde angoli di gioia infinita, nei giochi dei più piccoli, nelle mani tese degli adulti, nei sorrisi dei bambini», aggiunge.

Non appena atterrati a Ouagadougou, Padre Umberto ha spiegato con una battuta il contesto: «In Burkina sono tutti commercianti. Tutti vendono, nessuno compra». A delimitare ogni strada ci sono infatti baracche adattate a piccoli esercizi commerciali dove si vende di tutto. «Ai semafori, alle zone di sosta per i pedaggi stradali, ovunque si cerca di vendere qualcosa, dai dolci, alle bottiglie di benzina, alle mele che vengono dal Trentino».

Il soggiorno è stato ricco di incontri, di visite alle autorità e alla gente del luogo. «È stato un lavoro serio e profondo di tessitura sociale, per costruire e seguire la costruzione di progetti già avviati, per radicare valori che non vengono percepiti ancora a pieno, come la responsabilità di una gestione, la volontà caparbia e costante di portare avanti qualcosa che sia un bene per la collettività. Lo sguardo, la parola e la forza morale di padre Umberto Libralato ci hanno trasmesso tutto questo, ad ogni stretta di mano, ad ogni incontro, in ogni attimo, anche nei momenti di gioco con i bambini al barrage di Rountenga, una zona distante solo una ventina di chilometri dalla capitale, ricca di verde e di orti, grazie alla prima diga fatta costruire dal Magis».

Nei giorni seguenti il gruppo ha visitato le aree intorno a Lebda, dove il Magis ha costruito e sta costruendo diversi pozzi, e a Nanoro, sede di un ospedale all'avanguardia. «La sanità in Burkina è a pagamento», spiega ancora Fabiola. «Le strutture sanitarie gestite dai religiosi rappresentano per la popolazione la possibilità di prestazioni ad un costo accessibile. Le persone meno abbienti sono esonerate dal pagamento. Come alla Maternite St. Camille di Ouagadougou, dove operano i Padri Camilliani e dove lavorano come infermiere anche le suore di San Camillo, che gestiscono anche l'attigua scuola. L'ospedale di Nanoro è diretto da padre Ouedraogo, originario del Burkina».

Ultima tappa del viaggio è stata Dissin dove funziona, con tre classi, un liceo agricolo costruito dal Magis, finanziato dalla banca Monte dei Paschi di Siena. Le Suore Francescane gestiscono la scuola primaria, un orfanotrofio e sostengono le donne sole ed in difficoltà, cercando di offrire loro una possibilità di lavoro e di riscatto.

 

Maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Articoli e testimonianze su questo viaggio saranno pubblicati sul prossimo numero di Gesuiti Missionari Italiani. Richiedi una copia scrivendo a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Mostra fotografica a Tolentino sui progetti del Magis in Burkina Faso

Haiti, avanti tutta

«Sono arrivato solo due settimane fa ma già mi sembrano mesi». Daniele Di Desidero, cooperante del Magis ad Haiti, è stanco, ma non ha perso l’entusiasmo. Le piogge che si sono abbattute sull’isola negli ultimi giorni hanno messo a dura prova la pazienza del popolo di Haiti senza però distruggere i tanti semi di speranza che nascono ogni giorno.

«Grazie alle tende che ci sono state donate dal Dipartimento della Protezione Civile abbiamo dato un tetto, seppur momentaneo, a decine di persne», racconta Di Desidero.

Intanto in diversi accampamenti e tendopoli sono sorti spontaneamente dei comitati di gestione, che provvedono alla raccolta di necessità e informazioni per il corretto funzionamento dell’accampamento e per l’equa distribuzione degli aiuti. Il Magis e il Jesuit Refugee Service stanno lavorando con questi Comitati affinché non si adagino sull’assistenzialismo del tempo d’emergenza, ma si muovano verso modalità autonome e creative per il soddisfacimento dei loro bisogni (in una tipica dinamica di democrazia partecipativa). «Ci sono incontri quotidiani a rotazione con i comitati dei sette accampamenti e, dopo una prima fase di conoscenza reciproca, ora si è passati alla fase della gestione ordinaria», spiega Di Desidero.

In collaborazione con Fè y Alegrìa, si sta avviando invece una piccola scuola professionale che offra brevi e veloci corsi per giovani e adulti che già cominciano a pensare ad un futuro di risistemazione e ricostruzione. Un primo passo, infatti, consiste proprio nel permettere il rientro nelle proprietà per sgomberare il prima possibile gli accampamenti che diventeranno sempre di più veri e propri incubatori di diverse malattie.

 

L’appello del Magis

Per dare concretezza alle necessità primarie delle popolazioni colpite, si può fare una donazione* sui conti intestati al Magis specificando la causale “emergenza Haiti”:

- conto corrente postale:  909010

- conto corrente bancario: IBAN: IT07 Y030 6903 2001 0000 0509 259 presso INTESA-SANPAOLO - Via della Stamperia, 64 – ROMA

 

* Le offerte versate al Magis da persone fisiche e dagli enti soggetti all'Ires (imposta sul reddito delle società) sono deducibili dal reddito imponibile sino al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70mila euro annui (art. 14 D.L. n. 35/05).

 

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. – Tel. 06 69 700 327 – 323 – 280

Rete Xavier, riunione a Lisbona

Si è riunita qualche settimana fa a Lisbona la Rete Xavier, rete europea di Ong operanti nel campo della cooperazione internazionale legate alla Compagnia di Gesù. Oltre al Magis fanno parte del network le Fondazioni spagnole Alboan ed Entreculturas, le organizzazioni portoghesi Leigos e Fundaçao Gonçalo da Silveira e la procura tedesca Jesuitenmission. Si è trattata della prima riunione per l’anno 2010. La prossima si terrà a Norimberga dal 21 al 22 maggio.

Per il Magis ha partecipato il presidente Marco Petrini. Il terremoto di Haiti è stato al centro delle riunioni. Le sei ONG hanno raccontato i primi passi post emergenza. «Lo scambio di informazioni è stato fondamentale per pianificare il nostro lavoro. Il cooperante Magis che si trova Port-au-Prince collabora ora con Entreculturas. Uno più uno fa sempre tre quando si lavora in rete», spiega Petrini.

Nella riunione in Portogallo si è inoltre svolto il consueto lavoro di coordinamento sui progetti comuni a partire dalle iniziative in Mozambico e Amazzonia.

Per maggiori informazioni sulla Rete Xavier: www.netxavier.org

Cinema,  “La Bocca del Lupo” nelle sale

Il film “La Bocca del Lupo” di Pietro Marcello, dopo aver vinto numerosi premi, è nelle sale da venerdì 19 febbraio a:

 

- Roma Cinema Quattro Fontane, Cinema Intrastevere

- Milano Cinema Centrale

- Torino Cinema Massimo

- Bologna Cinema Odeon

- Genova Cinema Ariston

- Firenze Cinema Odeon

 

L'Associazione San Marcellino ha commissionato e, in parte, finanziato questo film, che racconta di Genova dal punto di vista della popolazione emarginata. San Marcellino ha, inoltre, affiancato alla visione del film una brochure, che sarà consegnata nelle biglietterie delle sale di proiezione.

Il progetto di questo film nasce nel febbraio del 2008 quando l’Associazione San Marcellino ha invitato Pietro Marcello a presentare il suo film “Il passaggio della linea”. Travolti dalla sensibilità con la quale Pietro ha saputo raccontare l’umanità nascosta dei treni italiani notturni a lunga percorrenza, gli abbiamo chiesto di provare a costruire un film su Genova, facendo emergere come protagonisti le persone che gravitano intorno a San Marcellino, quelle che per comodità chiamiamo marginali.  Così è nato “La bocca del lupo”, vincitore al Torino Film Festival e in concorso al 60° Festival di Berlino nella sezione Forum.

Un intervista al regista è disponibile sul sito: http://ueb.blogosfere.it/2010/02/cinema-un-italiano-alla-conquista-delleuropa-intervista-a-pietro-marcello-regista-de-la-bocca-del-lu.html

Il Magis alla fiera “Fa’ la cosa giusta”

Il Magis - Movimento e Azione dei Gesuiti Italiani per lo Sviluppo - parteciperà con un suo stand alla fiera “Fa’ la cosa giusta”, giunta alla sua settima edizione. L’evento si svolgerà a Milano dal 12 al 14 marzo.

Presso lo stand del Magis i visitatori potranno donare il proprio cellulare nell’ambito della raccolta “abbiamo tanti progetti appesi a un filo” partita nell’aprile 2007. Recarsi a “Fa’ la cosa giusta” può dunque diventare l’occasione per compiere un gesto che non costa nulla, ma il cui ricavato verrà devoluto per finanziare progetti in favore dell’Africa, come la realizzazione di cucine solari in Ciad e di un ospedale per bambini malati di Aids in Kenya. Nel suo stand, il Magis proporrà inoltre ai visitatori della Fiera un percorso comprendente quattro progetti in altrettanti paesi: quello in Albania in favore dei bambini dell’Istituto per sordi di Tirana, quello in Brasile in favore delle popolazioni indigene dell’Amazzonia, quello in Mozambico sulla coltivazione dell’acagiù e quello in Burkina Faso nel campo delle tante iniziative di formazione e sviluppo agricolo.

 

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Napoli, cena solidale all’Istituto Pontano

L’appuntamento è per sabato 6 marzo a Napoli presso l’Istituto Pontano, in Corso Vittorio Emanuele 581. Il motivo è nobile: partecipare a una cena solidale per sostenere i progetti della Lega Missionaria Studenti in Romania Perù, Bosnia e Cuba.

Sono invitati tutti i volontari che partecipano ai campi estivi ma anche chi vuole conoscere questa realtà.

Per maggiori informazioni: www.legamissionaria.it

 

Popoli, speciale sullo sciopero degli immigrati

È gallo il colore scelto per il primo sciopero nazionale dei lavoratori stranieri, 4,8 milioni quelli presenti in Italia. Per l'occasione diverse piazze hanno assunto i colori della protesta, 60 lungo tutto lo Stivale, a partire dalla Capitale dove un corteo animato dall'associazionismo, dai sindacati e dagli immigrati è confluito a Piazza Vittorio Emanuele dove è stato allestito un palco per urlare a gran voce i diritti, troppo spesso soffocati, dei lavoratori stranieri e per dire “NO” al razzismo.

Della  “giornata senza immigrati” ne parlano nel numero di marzo di Popoli, mensile internazionale dei gesuiti, Nelly Diop, imprenditrice senegalese e una delle ideatrici della giornata, Gigi Petteni, Segretario generale della Cisl Lombardia, e Giacomo Poretti nella sua consueta rubrica satirica.

Maggiori informazioni su: www.popoli.info

 

A cura di Maurizio Debanne                                                 Redazione: 06 69700327 – 280

 

Il numero è stato chiuso mercoledì 3 marzo 2010.

 

Si prega di inviare commenti, notizie e contributi all’indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Se non si desidera ricevere la newsletter inviate la scritta CANCELLAMI alla nostra mail: l’indirizzo verrà rimosso dalla lista dei destinatari.

Notizie flash

Domani, 14 maggio, giornata di preghiera, digiuno e opere di carità per liberare il pianeta dal coronavirus, che unirà nelle sue intenzioni tutti i leader religiosi nel mondo.

E' stata indetta dall'Alto Comitato per la fratellanza umana, composto da capi religiosi che si ispirano al Documento sulla fratellanza umana, firmato da papa Francesco e dal grande imam di al-Azhar, Ahmed al-Tayyeb, il 4 febbraio 2019.

Ci si rivolgerà a Dio ad una sola voce, perché preservi l’umanità, la aiuti a superare la pandemia. L'invito a tutti gli abitanti del pianeta è, quindi, di pregare, digiunare e compiere opere di carità in ogni parte del mondo, a seconda della religione, fede o dottrina dim ciascuno, perché Dio elimini la epidemia, ci salvi, aiuti gli scienziati a trovare una medicina che la sconfigga.

13 maggio  2020

S. Messa

Ogni sabato, alle ore 18,30 nella Chiesa del Gesù Nuovo in Napoli, la CVX-LMS "Immacolata al Gesù Nuovo" anima la S. Messa prefestiva.

Prima della Celebrazione Eucaristica, dalle h 17:15 alle 18:15, P. Rolando Palazzeschi SJ guida la Lectio Divina nella Cappella della CVX in via San Sebastiano 48/d-Napoli.

Leggi l'Omelia integrale che P. Rolando ci invia ogni settimana.

Leggi i testi della Lectio Divina.

I NOSTRI PERCORSI FORMATIVI

Tutti i gruppi si ritrovano il primo venerdì

del mese per la Messa Comunitaria,

durante la quale il P. Assistente

indica gli spunti di meditazione mensili.

Poi ogni gruppo si incontra per proprio conto.

 

ADULTI  GRUPPO EMMAUS

(Il terzo sabato del mese, h 19:30-21:00) 

 

ADULTI  GRUPPO MIRYAM

(Il primo e il quarto sabato del mese,

h 18:00-19:30) 

 

GIOVANI-ADULTI GRUPPO EMMANUEL

(Ogni venerdì, h 20:00-21:30)

Statistiche

Utenti : 70
Contenuti : 934
Link web : 64
Tot. visite contenuti : 1669514

Il nostro sito fa uso di cookies al fine di fornire una migliore esperienza di navigazione all’utente. Potrebbero essere presenti, inoltre, cookies di terze parti. Continuando a navigare nel sito, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information