header2.jpg
Home Apostolato Beni Comuni e ... H2Oggi

I più letti

Ultime notizie

Beni comuni, H2Oggi e ... Consuelo's news

Consiglia

 La difesa dei beni comuni accessibilia tutti, in particolare alle fasce deboli, è uno degli nostri obiettivi programmatici. La nostra Consiglia Salvio, del Gruppo Adulti "Emmaus", anni fa intuì che  la difesa dell'acqua, in quanto bene comune, era un ambito d'impegno sia cristiano che civile. Sulla scorta di quell'intuizione, la nostra Cvx, già presente nel Nodo di Napoli della Rete di Lilliput, promosse, con Consiglia ed altri, la costituzione di un "Comitato Acqua", cosa che avvenne (come per il Nodo nascente di Lilliput; vedi "la pagina "Rete di Lilliput") nella nostra sede nei primi anni nuovo millennio.

Da allora l'azione di Consiglia (detta ancheConsuelo) si è continuamente intensificata e specializzata, diventando una dei massimi esperti della materia, anche a livello nazionale.

Consiglia ha anche seguito successivamente, con alcuni membri della Comunità, ma essendone il riferimento, il"comitato rifiuti"nato a Napoli dopo l'accertata devastazione dei nostri territori regionali delle discariche abusivee il mancato decollo della raccolta differenziata, in uno all'utilizzo di cicli virtuosi dello smaltimento dei rifiuti, compatibili con la sostenibilità ambientale e con la salute pubblica.

L'Università del Bene Comune del Convento degli Stimmatini di Sezzano (Verona), il 10 ottobre 2015, le ha conferito il Dottorato Honoris Causa in Utopia  “per il contributo pionieristico e irrimpiazzabile da lei svolto a Napoli ed in tutta la Campania in favore del diritto umano all’acqua e dell’acqua bene comune”.

Il senso di questa pagina, che rientra comunque nel servizio socio-politico, è quello di puntare l'attenzione e all'azione in modo particolare su questioni centrali che c'interpellano da vicino, (persone, famiglie, comunità)  come credenti e come cittadini.  Sosteniamo Consiglia e quanti s'impegnano in questo settore con una  testimonianza concreta di Fede e di Vita,  adoperandosi  anche nella costruzione di Reti e Comitati che hanno fatto e fanno di Napoli un laboratorio significativo- anche se molto difficile -dpartecipazione della Società Civile alle scelte di interesse pubblico, cioè di tutti noi, e della democrazia sostanziale, secondo i diritti/doveri garantiti dalla Carta Costituzionale.

Consiglia Salvio è anche la nostra rappresentantenel Nodo di Napoli dellaRete di Lillipute in alcune liste civiche.

Con la sua competente collaborazione al settore dell'Apostolato Sociale, il cui responsabile siede nel Jesuit Social Network come rappresentante della nostra Cvx, è stato possibile fornire un quadro documentale del problema-acqua a livello nazionale, per successive azioni con particolare riferimento alle iniziative relative all'abrogazione delle normative che hanno di fatto permesso la privatizzazione dell'acqua in Italia e alla discussione in Parlamento della legge d'iniziativa popolare (oltre 400.000 firme raccolte) per la difesa dell'acqua a gestione pubblica.

Questa pagina fa riferimento, quindi, a quella del vecchio sito della Cvx denominata "Consuelo's news", da cui è stata migrata la documentazione. Il nuovo nome della pagina vuole appunto puntare sull'attenzione particolare alla difesa dei beni comuni, al loro accesso a tutti (in particolare alle garanzie di accesso alle persone più in difficoltà), alla questione "acqua" e alla nostra Consiglia, che proponiamo in questa foto (Autore Raffaele Montuori) che fa un brindisi simbolico a questo impegno civile, col Vesuvio buon testimone dell'amore e della ricerca della verità e della giustizia che lo sostengono.

 

Un editoriale di Leonardo Becchetti su AVVENIRE del 7 agosto 2019

Da Avvenire

7 agosto 2019

DECRETO SICUREZZA

Immigrazione, i veri punti

L’autolesionismo della sola repressione

di Leonardo Becchetti

 

Con la discussione del decreto Sicurezza Bis la politica migratoria del nostro paese viene ridotta quasi esclusivamente a pura repressione e soccorrere persone che scappano dai lager libici, luoghi di persecuzione e tortura, diventa sempre più un reato. Con enormi costi umani, sociali ed economici. Anche economici perché le migrazioni contribuiscono a migliorare la situazione economica di chi arriva, delle famiglie a casa nei paesi di origine (e dei paesi di origine) attraverso le rimesse e dei paesi di destinazione.

La letteratura scientifica in materia insegna che i migranti sono razionali ed “acquistano” un “titolo” ad altissimo rischio (decidono di effettuare tra mille pericoli la traversata) solo in cambio di un altissimo rendimento atteso come differenza tra condizione di vita nel paese di destinazione rispetto al paese di origine. Le loro previsioni si rivelano in media corrette. Le famiglie e i paesi a casa ricevono in termini di rimesse molto di più di quanto ottengono con i tradizionali aiuti allo sviluppo. Le rimesse rappresentano, come è noto, una fonte stabile e assai rilevante di flussi finanziari in entrata. La nostra bilancia dei pagamenti ha vissuto per decenni in equilibrio grazie alle rimesse degli italiani che migravano all’estero e nei primi quindici anni del ‘900 gli introiti dalle rimesse sono stati addirittura superiori alle entrate fiscali dell’imposta sui redditi. Oggi le rimesse contribuiscono a più del 20% del PIL della Moldova e in proporzione elevata al PIL di molti altri paesi in via di sviluppo o emergenti.

 

Continua a Leggere ... icon 084. Leonardo Becchetti. Editoriale su Avvenire 07.08.19

 

Legalità o Giustizia

Una messa a fuoco tecnica dei punti salienti del cosiddetto Decreto Sicurezza

di Antonio M. Cervo

“La mia vita di ogni giorno è preoccuparmi di ciò che ho intorno/sono sensibile e umano (…)./Ho dentro il cuore un affetto vero per (…) il mondo intero/ogni tragedia nazionale è il mio terreno/perché dovunque c’è sofferenza sento la voce della mia coscienza”.

A fare da eco a quanto Giorgio Gaber cantava nel 2001, saranno stati in tanti, soprattutto durante le ultime settimane, sospesi di fronte alla voce della propria coscienza incredula per ciò che è sotto i nostri occhi.

Il varo della legge 132/2018 (cd Decreto Sicurezza) ha suscitato paradossalmente più clamore nelle sue conseguenze che non nella sua promulgazione, dopo la “levata di scudi” di diversi sindaci che ne avrebbero sospeso l’applicazione.

In realtà, l’approvazione di questa normativa ha avuto un impatto notevole sul fenomeno migratorio, contribuendo più a creare nuovi fronti di scontro sul piano giuridico che a risolvere in modo razionale la già complessa gestione dell’immigrazione. Qui, purtroppo, complice involontario è stata – deve esser detto - un’ Europa ormai inerme, incapace negli anni di dare risposte credibili e condivise: sul suo assai precario stato di salute si aggirano adesso tanto coloro che ne vogliono curare le malattie, portandola verso una graduale guarigione, quanto gli avvoltoi, pronti già alle prossime elezioni europee del maggio 2019, a celebrarne le esequie.   Il marcato impianto sovranista del decreto, infatti, è figlio innanzitutto di una cooperazione europea mancata, che ha lasciato i Paesi mediterranei soli nell’affrontare un ciclo di migrazione enorme; ben presto, le criticità, che prima o poi sarebbero emerse, hanno rappresentato il lasciapassare per movimenti politici dalle … risposte sbrigative a problemi difficili!

Continua a leggere ... icon 077. AM Cervo. Legalità o Giustizia

7 gennaio 2019 

 
Altri articoli...
Notizie flash

PONTIFICIO SEMINARIO

CAMPANO INTERREGIONALE

 

Il Mediterraneo e le sue narrazioni.

 

 

Venerdì 24 gennaio 2020, ore 20,

via Petrarca 115 Napoli

 

La narrazione dell'economia e della politica

 

 Incontro introdotto da Romano Prodi.

 

 

Sono state pubblicate le schede di sussidio alla preghiera, elaborate per gli Esercizi Spirituali Serali, secondo il metodo di Sant'Ignazio, svoltisi per l'Avvento 2019, diretti da p. Claudio Pera SJ, dal titolo "Perché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio" (Is 9,5).

Per leggerle e/o scaricarle, clicca QUI.

12 Dicembre 2019 

 

S. Messa

Ogni sabato, alle ore 18,30 nella Chiesa del Gesù Nuovo in Napoli, la CVX-LMS "Immacolata al Gesù Nuovo" anima la S. Messa prefestiva.

Prima della Celebrazione Eucaristica, dalle h 17:15 alle 18:15, P. Rolando Palazzeschi SJ guida la Lectio Divina nella Cappella della CVX in via San Sebastiano 48/d-Napoli.

Leggi l'Omelia integrale che P. Rolando ci invia ogni settimana.

Leggi i testi della Lectio Divina.

I NOSTRI PERCORSI FORMATIVI

Tutti i gruppi si ritrovano il primo venerdì

del mese per la Messa Comunitaria,

durante la quale il P. Assistente

indica gli spunti di meditazione mensili.

Poi ogni gruppo si incontra per proprio conto.

 

ADULTI  GRUPPO EMMAUS

(Il terzo sabato del mese, h 19:30-21:00) 

 

ADULTI  GRUPPO MIRYAM

(Il primo e il quarto sabato del mese,

h 18:00-19:30) 

 

GIOVANI-ADULTI GRUPPO EMMANUEL

(Ogni venerdì, h 20:00-21:30)

Statistiche

Utenti : 70
Contenuti : 907
Link web : 64
Tot. visite contenuti : 1574354

Il nostro sito fa uso di cookies al fine di fornire una migliore esperienza di navigazione all’utente. Potrebbero essere presenti, inoltre, cookies di terze parti. Continuando a navigare nel sito, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information