La morte di un grande poeta ed artista come Pino Daniele, e recentemente quella di Mango, lasciano inizialmente attoniti e senza parole. Ma può essere anche, ancora una volta, un momento per riflettere sul senso della vita e della morte.
"Nessuno di noi vive per se stesso e nessuno muore per se stesso" (Rm, 14,7).

Il cardinale Jorge Mario Bergoglio (oggi Papa Francesco) ha scritto nel 1987: "Qualsiasi vita si decide sulla capacità di donarsi. E' lì che trascende se stessa, che arriva a essere feconda...Non vivere per sé e non morire per sé è dunque la condizione di qualsiasi possibilità di trascendere se stessi. Soltanto in questo modo la vita è vera vita e la morte è vera morte".

Pino Daniele, Mango, Troisi, Dalla e i tanti che, anche se sconosciuti al grande pubblico, hanno celebrato la Bellezza ce lo ricordano ancora una volta.

 

Antonio Salvio

________________________________________________________________

Un ricordo di Pino Daniele.

Quand'ero alla 167, uno dei ragazzini era uno scatenato ritmico-naturale, con una storia familiare complicata (il papà era stato mortato e la mamma usciva di notte).

Con alcuni amici gli comprammo una batteria di seconda mano, che loro gli regalarono e lui, entusiasta, mi disse che voleva imparare a suonarla.

Pino Daniele da poco era diventato famoso e gli dissi: “Perché non vai da lui e gli chiedi se t'insegna?” e Pino l'adottò e gli ha fatto e fatto fare scuola, tanto che poi è diventato un orgogliosissimo batterista ...

Anche questo era Pino Daniele: chi sa quanti ragazzini napoletani hanno imparato a ... suonare e a credere un po' di più nella vita-


Giovanni ... SJ, tocho, sanchopanza e SchienaRottaMaRitta

_______________________________________________________________________

Si, sono pienamente d'accordo. Stamane ho provato un senso di tristezza, ma poi.......queste notizie aprono dentro un senso di speranza.

Grazie.

P. Enzo ... S.J.

 

5 gennaio 2015